Modulo invio messaggio

Regione Campania

Beni confiscati alle mafie: l’ANBSC stanzia 1.000.000,00 di euro per recuperarli

NAPOLI – Pubblicato l’avviso pubblico per l’assegnazione diretta a titolo gratuito de beni confiscati alla criminalità organizzata in via definitiva.
Lo ha fatto l’ANBSC, ossia l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.
Parliamo di edifici, aree, appartamenti, capannoni, strutture raggruppate in 83 lotti per un totale di oltre 300 particelle.
Di questi 83 lotti, ben 39 sono stati individuati nelle regioni meridionali. In Campania ne sono 13 e cioè: 3 in provincia di Napoli, 10 in provincia di Caserta.
Ora s’intende assegnarli per realizzare progetti di prevenzione, cura e riabilitazione in materia di dipendenze comportamentali e da sostanze.
Questo è l’obiettivo del bando. Per farlo, il denaro non manca. Basta chiederlo. Per partecipare bisogna presentare domanda entro le ore 12.00 del 1 marzo 2024.
Ci si rivolge ad enti o associazioni del Terzo settore.
Si consideri che l’Agenzia stanzia in tutto 1.000.000,00 di euro. Una cifra importante che consentirà di compartecipare alla fase di start-up dei progetti che hanno ottenuto il miglior punteggio in sede di valutazione. Nei limiti del plafond, i progetti più meritevoli saranno premiati con un contributo non superiore al 20% del loro valore e comunque fino ad un importo massimo di 50.000,00 euro.
Sul sito web dell’Agenzia possono essere consultati l’avviso pubblico e la modulistica, accedendo al link https://www.benisequestraticonfiscati.it/trasparenza/avviso-pubblico-2/ (g.f.)

Lascia un commento