Modulo invio messaggio

Premio Energia Intelligente

Per ridurre i consumi energetici, Capasso (CS): “Occorre formare laici cristiani in ambito sociale ed ambientale.”

Un cittadino cristiano che ha a cuore il bene comune non aspetta il ridimensionamento pubblico dell’approvvigionamento delle risorse energetiche per rispettare l’ambiente e consentire anche a quelli che verranno di vivere dignitosamente.
Il cittadino cristiano di buona volontà vive sobriamente non sprecando l’acqua, il gas e la corrente elettrica; sollecita un uso parsimonioso delle risorse. Sarebbe grave in un momento come questo in cui imperversano guerre senza senso, incendi frequenti, siccità, eventi atmosferici catastrofici, sprecare le risorse e vivere come se esse fossero illimitate.
Se gli enti pubblici hanno iniziato a ridurre il consumo energetico, a maggior ragione i cristiani devono dar prova di amore per il Creato e per il bene comune. Come? Basterebbe mettere in pratica quanto scritto da Papa Francesco nell’enciclica Laudato si’ o, comunque, compiere piccoli gesti quotidiani quali chiudere i rubinetti quando non serve l’acqua, spegnere le luci inutilmente accese in casa, fare la spesa alimentare in modo equilibrato e sobrio, fare la raccolta differenziata in modo corretto.
“Coscienza Sociale”, laboratorio socio-politico dell’Azione Cattolica di Sant’Antonio di Padova di Battipaglia, da sempre è impegnato a difendere il Creato, promuovendo lo studio costante della Laudato si’ e organizzando giornate ecologiche, nonché collaborando con altre realtà presenti sul territorio per la pulizia di piccole discariche nelle aree periferiche della città. A tal proposito, CS ha chiesto alla Regione Campania la bonifica di quelle presenti in località Castelluccia.
L’auspicio del laboratorio CS è che tutti ci impegniamo per un ambiente migliore, anche parlandone in tanti gruppi chat che oggi dominano, purtroppo, la comunicazione e le relazioni sociali.
È opportuno che nelle parrocchie si torni agli insegnamenti del Magistero sociale delle Chiesa cattolica per formare laici pienamente consapevoli dei problemi della società di oggi e capaci di fornire soluzioni, intraprendere percorsi e – come ancora ci esorta Francesco – definire programmi “per un miglioramento integrale nella qualità della vita umana.” (Avv. Marcello Capasso – Coordinatore CS)

Lascia un commento