Modulo invio messaggio

Download

Incassi da vendite online: parte il monitoraggio

di Arturo Denza

La direttiva UE Dac7 – adottata dall’Italia con il decreto legislativo n. 32 del 1 marzo 2023 – prevede di monitorare i redditi incassati dalle vendite online in tutta Europa, grazie a una  nuova comunicazione dei dati come disciplinata dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 20 novembre 2023.
Il provvedimento stabilisce regole e modalità per la comunicazione dei dati da parte dei gestori delle piattaforme digitali, adempimento che consentirà lo scambio automatico delle informazioni tra le amministrazioni fiscali dei diversi Paesi.
La prima scadenza è fissata al 31 gennaio 2024.
Entro tale data i gestori di piattaforme digitali dovranno inviare all’Agenzia delle Entrate le informazioni relative alle vendite di beni e prestazioni di servizi effettuate dagli utenti, mentre entro il 29 febbraio 2024 sarà l’Agenzia delle Entrate a dover inviare le informazioni in proprio possesso alle amministrazioni fiscali di altri Paesi UE, sulla base dello Stato di residenza del venditore.
Quindi, l’Agenzia delle Entrate riceverà i dati relativi ai redditi incassati dagli utenti sul fronte delle vendite online effettuate (e-commerce), ma anche i dati relativi, per esempio, agli affitti e all’offerta di servizi personali o alle attività di noleggio. Anche questi servizi saranno soggetti all’obbligo di comunicazione da parte dei gestori delle relative piattaforme di intermediazione a determinate condizioni.
Si precisa infine che saranno monitorati (comunicati) i dati relativi alle vendite online che superano la soglia di 30 operazioni e la soglia di 2.000 euro di corrispettivi annui.

Lascia un commento