Modulo invio messaggio

Regione Campania

Dai Campi Flegrei al Cilento: fondi regionali per incentivare il turismo scolastico

NAPOLI – Isola di Ischia, Campo Flegrei, Alta Irpinia, Cilento interno, Tammaro-Titerno, Vallo di Diano, Tanagro Alto e Medio Sele, Comunità Montana del Fortore. Sono le località campane che le scuole potrebbero valorizzare attraverso i viaggi d’istruzione. È quanto stabilito dalla Regione Campania, con delibera di Giunta n. 563 del 10 ottobre scorso. Approvato il primo atto integrativo allo schema di Protocollo d’Intesa tra la Regione Campania e la Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania.
Il fine è supportare il turismo da parte degli istituti scolastici di primo e secondo
grado o equipollenti per l’anno scolastico 2023/2024.
Sarà data priorità agli Istituti scolastici
che, nella programmazione del viaggio di istruzione, prevedano di effettuare una o più iniziative di turismo scolastico articolate su tre pernottamenti, di cui, almeno due nelle strutture ricettive nelle località indicate.
E vediamo, in sintesi, gli obiettivi di questa originale azione di promozione:si punta a sensibilizzare gli studenti campani alla conoscenza diretta del proprio territorio al
fine di raggiungere una consapevole identità regionale; si intende al contempo rendere gli studenti delle altre aree “ambasciatori” dei valori culturali, storici eambientali presenti in Campania. Va da sé che innanzitutto ne risulterà . facilitato lo scambio culturale tra giovani di realtà locali diverse.
Le cifre aiutano. Si consideri che l’ammontare del contributo massimo erogabile per singolo istituto è stabilito in € 3.000,00 per gli Istituti di istruzione secondaria di I e II grado con sede in Campania; € 3.500,00 per gli Istituti di istruzione secondaria di I e II grado con sede in altre Regioni italiane e in altri Paesi dell’Unione Europea. Ebbene, il contributo massima stabilito andrà alle scuole con gruppo complessivo di almeno da 50 allievi. Ulteriori informazioni sui rispettivi siti web istituzionali della Regione e dell’USR Campania. (g.f.)

Lascia un commento