Modulo invio messaggio

Regione Campania

Ciclo integrato dei rifiuti in Campania: 20 borse di studio alle scuole

NAPOLI – Un concorso per far conoscere il ciclo integrato dei rifiuti regionale, in particolare i temi della sostenibilità ambientale ed i principi dell’economia circolare. A tal fine, saranno assegnate 20 borse di studio alle scuole dell’infanzia, alle scuole primarie, alle secondarie di primo grado e alle secondarie di secondo grado della Regione Campania.
Ci riferiamo all’iniziativa, valida per l’anno scolastico 2023/2024, ideata nell’ambito dell’Accordo di collaborazione tra l’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti, l’Ufficio Scolastico Regionale della Campania, l’Assessorato all’Ambiente, l’Osservatorio Regionale sulla Gestione dei Rifiuti.
Gli studenti saranno chiamati a produrre, in forma di classe o di gruppo-classe, idee e progetti sul tema: “Riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero. Idee e progetti per trasformare i rifiuti in risorse per la salvaguardia dell’ambiente”.
Promosso nelle istituzioni scolastiche campane,
il progetto intende sensibilizzare i giovani sul tema della sostenibilità ambientale ed è basato su un approccio educativo diretto per promuovere un modello circolare in cui sia possibile preservare
il più a lungo possibile il valore dei prodotti e dei materiali.
Nell’ambito di ciascuna Provincia sono attribuite 4 borse di studio, una per ogni ordine e grado. E cioè andranno euro 2.000,00 in premio alla Scuola dell’infanzia, alla Scuola primaria, alla Scuola secondaria di primo grado e alla Scuola secondaria di secondo grado che, in ciascuna delle cinque province campane, si sia distinta nell’elaborazione del tema.
Si consideri che ogni Istituto potrà partecipare con un solo progetto per ogni ordine e grado nei format di elaborato fisico o elaborato digitale.
I premi saranno consegnati durante il Green Symposium 2024. C’è tempo fino al 30 aprile 2024 per aderire. Notizie ulteriori reperibili alla pagina https://orgr.regione.campania.it/bando_scuole_2023_2024 (g.f.)

Lascia un commento