Modulo invio messaggio

UNIVERFISCIANO

Carlo Gesualdo tra ieri e oggi: studiosi e ricercatori in Irpinia per ricordarlo


FISCIANO – Si svolgeranno on-line dal 27 al 29 agosto 2020. Sono le attività di studio e ricerca della Summer School “Carlo Gesualdo tra Rinascimento e Barocco”. Patrocinata dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Salerno ed ideata dalla Fondazione Carlo Gesualdo in accordo con l’Istituto Italiano di Studi Gesualdiani, ha sede nello storico Palazzo Pisapia del Comune irpino di Gesualdo. La Summer School è un polo culturale di eccellenza nata per valorizzare la figura del grande madrigalista Carlo Gesualdo. E si tratta di una valorizzazione operativa del patrimonio artistico, letterario e musicale del territorio. Un’occasione, dunque, per qualificare il proprio curriculum studiorum. Ricco il programma delle relazioni e degli interventi. C’è grande attesa per la Lectio Magistralis di Alberto Granese, in programma per il 27 agosto, sul tema “Carlo Gesualdo nel travaglio di un passaggio epocale: dalla crisi dei modelli classicisti rinascimentali alle innovazioni cromatiche dello sperimentalismo barocco”.
Seguirà Milena Montanile(Università degli Studi di Salerno) “La Biblioteca dei Gesualdo”;Florinda Nardi (Università di Roma “Tor Vergata”) sul tema “Accademici, musici e attori della modernità delle arti al tempo di Carlo Gesualdo”; Armando Savignano(Università degli Studi di Trieste) “Tra Rinascimento e Barocco, la vicenda di Carlo Gesualdo”. Molti altri gli studiosi in scaletta. Istituita nel 2019, la scuola è strutturata in due percorsi formativi, quello letterario e quello musicologico e si articola in incontri seminariali, in attività laboratoriali e conferenze tenute da studiosi italiani e stranieri di fama internazionale.
Gli itinerari didattici sono rivolti a laureandi, studenti universitari iscritti ad un corso di laurea triennale e magistrale e/o iscritti a conservatori, licei musicali e coreutici, a laureati. (g.f.)

Lascia un commento